GLI OLI ESSENZIALI CHE DICONO “STOP” AL CANCRO

OLI ESSENZIALI

GLI OLI ESSENZIALI CHE DICONO “STOP” AL CANCRO

 

Da anni parliamo di cure naturali esistenti che potrebbero fermare le cellule cancerogene, ma nessuno ne parla volentieri? Vi siete chiesti come mai?
Una delle ricerche in merito all’arresto delle cellule cancerogene tratta l’argomento dell’utilizzo degli oli essenziali, che sembrerebbe apportare benefici enormi.
Gli scienziati, nell’articolo http://www.realfarmacy.com/essential-oils-cancer/ hanno iniziato a riconoscere il potere degli alcuni oli essenziali che sembrerebbero fermare le metastasi del cancro, e che indurrebbero le cellule cancerogene a chiudersi. Un corpo sano, dalla testa ai piedi, ha tipicamente una frequenza che va da 62 a 78 MHz, mentre la malattia inizia a 58 Hz.
Durante alcuni test sulla frequenza e gli oli essenziali è stato misurato che: con una tazza di caffè, la frequenza è scesa da 66Hz a 58Hz in soli 3 secondi. Ci sono voluti 3 giorni perché la frequenza tornasse normale.
Gli oli essenziali descritti nell’articolo (lavender, thyme, winter savory, rosemary, sage, peppermint, French tarragon, bitter, and sweet fennel, found Roman chamomile) combatterebbero il cancro. Come? Ce lo hanno spiegato testando sia la potenza antibatterica che tossicologica in vitro contro le linee di cellule tumorali umane.
Ma attenzione: Solo gli oli essenziali al 100% di puro grado terapeutico possono essere utilizzati al fine di ottenere i benefici per la salute.
Vi è poi, un olio particolarissimo “Frankincense”, efficace per il suo alto contenuto di monoterpeni in grado di sradicare le cellule cancerogene sia all’inizio del loro sviluppo, che a uno stadio più progredito, rendendolo la soluzione adatta per chi scopre di avere il cancro ai primi stadi.

La Redazione di Cibo e Cure Naturali

Precedente I DATTERI: GLI ALLEATI PER IL NOSTRO CUORE Successivo METTETE UN BICCHIERE DI SALE IN UN ANGOLO DELLA CASA E VEDRETE L'EFFETTO