DA OGGI I BAMBINI NON VACCINATI NON ANDRANNO A SCUOLA!

vaccinazioni obbligatorie

DA OGGI I BAMBINI NON VACCINATI NON ANDRANNO A SCUOLA!

L’obbligo all’immunizzazione inserito Nel nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale, è per tutti i bambini.

Ormai divenuta decisione, è stata rimandata la questione, alla Conferenza Stato-Regioni in programma il 20 ottobre.
Una decisione a dir poco sconvolgente poichè i genitori non potranno più avere la possibilità di decidere se vaccinare il proprio figlio o meno. Se si rifuteranno di immunizzare i propri figli presso gli ambulatori sanitari territoriali, si vedranno rifiutare il proprio figlio all’ingresso della scuola!

E’ stato deciso dagli assessori regionali alla sanità, mercoledi a Roma, durante una riunione, post-allarme lanciato dal Ministero della Salute, a seguito del drastico calo delle vaccinazioni in Italia.

Da oggi, in Piano di Prevenzione Vaccinale avrà la nota “Vietare la scuola ai bambini non vaccinati“. Tutto ciò va in contrasto con una regola che venne cancellata 18 anni fa da una circolare in cui si stabiliva che il diritto alla scuola non poteva essere eliminato per i vaccini.
Sergio Venturi, coordinatore degli assessori regionali, ha così dichiarato “Non vietiamo l’accesso alla scuola pubblica ma ci poniamo il tema che la frequenza della scuola sia coerente alle vaccinazioni obbligatorie“.
Queste vaccinazioni obbligatorie quanto costeranno in più rispetto al passato? Ben 200 milioni di euro, una spesa certamente NON leggera per lo stato e quindi per noi, visto che strapaghiamo tasse su tasse per far reggere questo paese che fa acqua da tutte le parti!
In Parlamento il deputato Filippo Crimì del PD, annuncia che “per combattere l’allarmante calo delle vaccinazioni nel nostro Paese ho deciso con alcuni colleghi di intervenire con norme idonee, presentando alla Camera un progetto di legge che reintroduce l’obbligo di vaccinazione per i bambini che frequentano le Scuole dell’obbligo“.
Negli ultimi due anni i bambini vaccinati sono scesi sotto la soglia del 95%, mantenendo comunque “l’immunità di gregge“. Con dati più specifici invece, notiamo che per vaccini come il trivalente, morbillo parotite e rosolia, in alcune Regioni sono crollati all’87%.
Ora, c’è un grandissimo allarmismo in giro sul fatto che possano ripartire, grandi ondate di malattie infettive, che ovviamente, avrebbero un pesante costo sociale e umano.

MA siamo davvero sicuri che le vaccinazioni obbligatorie facciano proprio bene ai nostri figli, nipoti, figli di amici..? La trivalente, ad esempio, è un insieme di richiami e vaccini 6/8..pensate al sistema immunitario di un bambino, ancora in formazione. Viene in quel momento, bombardato di virus, che lo “proteggeranno” (FORSE), da possibili malattie che potrebbero portare gravi conseguenze.
Non sto dicendo NON vaccinate, MA affermando che non tutti i bambini sono uguali, il sistema immunitario è diverso da persona a persona, e soprattutto ogni bambino ha un differente codice genetico, in grado di poter sviluppare o meno una determinata patologia se a contatto con una certa sollecitazione del sistema immunitario.
Questa misura inoltre, è stata sollecitata da una petizione diretta al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, da una mamma di Cesena, che ha visto la sua piccola a 40 giorni colpita da una malattia che riteneva un fenomeno sotto controllo, la pertosse. la petizione in poche ore, online, ha superato le 18 mila firme. Del tema si discuterà anche in Parlamento.
L’Associazione Pediatri ha chiesto al ministro un sistema vaccinale unico affermando “Vedere 22 apparati indipendenti che pensano, si organizzano, decidono in modo diverso e a volte contrastante è’ illogico e pericoloso. Il federalismo vaccinale incentiva pensieri su interessi diversi da quello della salute (allontanando i cittadini dalle vaccinazioni), vanifica tentativi di verifica e controllo impedendo una attenta politica di prevenzione produce sprechi enormi”.
E voi cosa ne pensate? Vi sottrarrete al sistema ?

 

Arianna di Dillo ad Arianna

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=41&area=Vaccinazioni

http://www.vaccinarsi.org/

I commenti sono chiusi.