6 MOSSE PER PREVENIRE IL TUMORE AL TESTICOLO

tumore al testicolo
6 MOSSE PER PREVENIRE IL TUMORE AL TESTICOLO
La Società Italiana di Urologia, ha ideato un cartone per ragazzi, per la prevenzione del tumore al testicolo. Il “Prof. Urosapiens”, in una lezione formato cartoon, insegna che una manovra in 6 mosse con palpazioni mirate almeno una volta al mese dopo la doccia, è essenziale per prevenire il cancro al testicolo.
Il tumore al testicolo, è infatti il primo tumore tra i maschi, più del 45% sopra i 30 anni di età.
Queste prime “videoregole”, sono state esposte a Riccione, durante l’apertura dell’88esimo Congresso Nazionale della Siu, dal 10 al 13 ottobre. Il cartone, viene prodotto dall’ACME ed è disponibile online in formato scaricabile dai siti http://www.siu.it e http://www.pianetauomo.eu.
“Ci vuole un minuto ed è molto facile, ma può salvarvi la vita”, assicura il Professor Urosapiens.
Eccole 6 mosse elencate nel video da fare per la prevenzione del tumore al testicolo:
1) Affinare il ‘tatto’. Prendere il testicolo nel palmo delle mani, prima l’uno e poi l’altro. Le dimensioni potrebbero non essere uguali, ovvero l’uno potrebbe risultare più grande dell’altro;
2) Esaminare il testicolo. Ogni testicolo va esaminato facendolo ruotare delicatamente tra pollice e indice di entrambe le mani;
3) Andare a caccia di noduli. Con le dita, andare alla ricerca di noduli duri, gonfiori morbidi o tondeggianti, diversa tessitura della superficie testicolare o anomalie che devono essere immediatamente riferiti al medico;
4) Essere costanti. La manovra va effettuata una volta al mese. E’ bene, per non dimenticarsene, segnare la data dell’ultimo auto-esame sul calendario;
5) Scegliere il momento. Quello più indicato per eseguire la palpazione dei testicoli è dopo un bagno caldo, quando cioè il sacco scrotale è rilassato;
6) Ripetere il gesto. La ripetizione costante e regolare dell’autopalpazione potrà consentire una diagnosi precoce del tumore del testicolo.
Il cancro del testicolo colpisce principalmente fra i 25 e i 49 anni, in piena età riproduttiva, e rappresenta circa l’1% del totale neoplasie dell’uomo e il 3-10% dei tumori che colpiscono l’apparato urogenitale maschile. In Italia nel 2012 sono stati registrati oltre 2 mila casi. Da qui l’invito a “mettere da parte imbarazzi e pudore per imparare l’autopalpazione”.
Vincenzo Mirone, segretario generale della Siu, ha affermato che “Data l’età di insorgenza, è importante sensibilizzare i giovani, insegnando loro a prestare attenzione a qualsiasi modifica possa verificarsi nell’anatomia o nella forma dello scroto e dei testicoli. Adulti e ragazzi dovrebbero conoscere dimensioni e aspetto ‘normali’ dei propri testicoli, in modo da essere in grado di riconoscere qualunque alterazione possa subentrare nel tempo. Le nostre regole e il nostro cartoon sono il primo passo per una serie di iniziative che riguardano i tumori urogenitali; è fondamentale che i genitori facciano controllare i bambini dal pediatra di fiducia, poiché una correzione dell’eventuale discesa incompleta del testicolo entro il primo anno di vita riduce il rischio di cancro e facilita la diagnosi precoce del tumore. E non solo di quello del testicolo, un recente studio condotto dalla Società americana di oncologia medica e presentato nel 2015 al Simposio sui tumori urogenitali di Orlando, ha analizzato circa 180 mila uomini e ha evidenziato un’incidenza di carcinoma della prostata più elevata tra gli uomini con un precedente tumore ai testicoli (12,6%), rispetto a uomini che non avevano conosciuto questa malattia (2,8%)”.Prevenire quindi il cancro testicolare è la prima mossa da fare già entro un anno della nascita del maschietto, per ridurre poi in futuro anche il rischio di tumore alla prostata.

 

Arianna di Dillo ad Arianna

http://www.siu.it/

Precedente DISFUNZIONI SESSUALI? ARRIVA IL PRONTO SOCCORSO PER LA COPPIA Successivo SESSO:ARRIVA VITAROS, LA CREMA CONTRO L'IMPOTENZA

One thought on “6 MOSSE PER PREVENIRE IL TUMORE AL TESTICOLO

  1. Andrea il said:

    Informatevi sul dott. Hamer! Io ho avuto un tumore al testicolo e nei mesi precedenti avevo avuto un lutto improvviso in famiglia. Era mancata mia madre. Stessa esperienza l’ha avuta il dott Hamer. Solo che essendo urologo ha riscontrato che la quasi totalità degli operati aveva avuto un lutto nei 6 mesi precedenti! Quindi la ragione a mio parere è di tipo emozionale. Informatevi!

I commenti sono chiusi.